La terra dei figli | Trama

La terra dei figli | Trama

La terra dei figli, film realizzato da Claudio Cupellini, è molto interessante: esso trae ispirazione graphic novel omonima targata  Gipi, ma con l’unica differenza che nel film in questione vi è soltanto un figlio. Il film italiano ha ottenuto un interessante successo, frutto del lavoro tecnico e della storia avvincente.

Vediamo insieme di cosa tratta La terra dei figli.

Trama

La terra dei figli è un film ambientato in un mondo post-apocalittico, dominato dalla violenza, nel quale un padre (di cui non conosceremo il nome) tenta di crescere suo figlio, preparandolo ad affrontare una dura vita.
Altro non è che una storia di formazione, che racconta come un adolescente di solo 14 anni si ritrovi costretto a lottare per sopravvivere in un mondo ostile.

Padre e figlio vivono in una palafitta nei pressi di un lago con il terrore che ogni persona che passi per la loro strada possa avere brutte intenzioni. Per tale ragione ogni giorno si rivela una lotta alla sopravvivenza.
Quando il padre muore, al figlio non resta altro che un quaderno, dove sono raccolti tutti i pensieri e i ricordi paterni, ma il ragazzo non ha mai imparato a leggere ed è per questo che decide di mettersi in viaggio alla ricerca di qualcuno che possa decifrare quelle pagine. Solo e soltanto leggendo i pensieri del padre, il giovane scoprirà se davvero suo padre nutriva sentimenti di odio nei suoi confronti o se dietro ci fosse altro.

Cast

Il cast è composto per la maggior parte da attori molto famosi e qualche giovane di prospettiva, a partire dal protagonista interpretato da Leon De La Vallée, suo padre è invece Paolo Pierobon. Personaggio di grande importanza per il percorso del ragazzo è sicuramente Maria, interpretata da Maria Roveran.

Lascia un commento